Cucina Selvatica

Vellutata di finocchio e stellaria

vellutata finocchio stellaria

Bentrovati e grazie a tutti quelli che ci hanno mandato messaggi affettuosi e si sono anche già iscritti a questo nuovo blog! Sicuramente molti pensano che a gennaio ci sia poco da dire sulle erbe spontanee, invece in questo inverno, fino ad ora mite in pianuta dove viviamo, rimarrete stupiti di quanta vegetazione troverete se, armati di sporte e coltello, vi addentrerete per la campagna. Proprio ieri ho fatto una bella passeggiata e sono tornata carica di molte erbe diverse. Tra queste la prima che vi presento è la Stellaria media. Sicuramente tutti l’abbiamo sotto casa, è davvero molto comune, ma generalmente viene snobbata e considerata solo un’erbaccia perchè pochi sanno che invece è commestibilissima e ricca di vitamine A e B (fonte). Chiaramente il consiglio, valido per tutte le erbe, è di non mangiare quelle sotto casa se abitiamo in città o dove passano le macchine, meglio cercare una zona più pulita.  

Con il raccolto di ieri ho cucinato questa vellutata  a base di finocchio e patata, a cui le verdi foglioline attribuiscono una nota fresca, accentuata dai semi di finocchietto, anch’esso spontaneo, ma facilmente reperibile in commercio. Per realizzare questa ricetta basta avere il frullatore ad immersione è davvero un inizio molto semplice per cimentarsi con le erbe selvatiche! 

 

Stellaria media

 

Ingredienti per 4 persone:

4 patate

4 finocchi

100g di foglie di stellaria pulite

2 scalogni grossi

un cucchiaio di semi di finocchio/finocchietto

olio evo

sale

pepe

Procedimento: pulite e affettate finemente le verdure, mettetele in una pentola e copritele con acqua bollente. Fatele cuocere e quando saranno morbide frullatele col frullatore ad immersione. Unite le foglie di stellaria, salate e fate cuocere altri 5 minuti ed eventualmente aggiungete acqua se la vellutata vi sembra troppo densa. Servite nei piatti e decorate con olio extravergine di oliva, semi di finocchio tritati e una spolverata di pepe. Se non vi piace la consistenza delle foglie potete frullare anche quelle. Buon appetito!Stellaria media

Carla

Annunci
Questa voce è stata scritta da lacucinadellacapra e pubblicata il gennaio 7, 2014 su 2:11 pm. È archiviata in Ricette. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

9 pensieri su “Vellutata di finocchio e stellaria

  1. ora devo cercare questa stellaria in zona da me e fare la vellutatina… dai ce la posso fare anch’io. Ho ANCHE il minipimer!!!!

  2. Pingback: Insalata invernale con salsa di funghi (raw) | La Cucina della Capra

  3. Maura in ha detto:

    Grazie mille, per avermi fatto conoscere la stellaria, per favore mi mandate una foto più da vicino, mi piacerebbe cercarla.
    Pensate si possa trovare nella riviera di levante nell’entroterra di lavagna? Un virtuabbraccio

  4. Maura la stellaria ha foglie molto piccole, la foto è molto ingrandita, ti consiglio in alternativa di fare una ricerca su google immagini, vedrai che trovi tantissime risorse! La trovi sicuramente anche dalle tue parti!

  5. patrizia in ha detto:

    amo e temo cercare da sola le piante selvatiche, perchè ho molta paura di sbagliare, non è la prima volta che succede. Vorrei quindi sapere se la stellaria è proprio facile da riconoscere o se ci si può sbagliare con altre erbe, potenzialmente pericolose. Grazie e complimenti per l’idea

  6. Ciao Patrizia! Ti capisco benissimo e apprezzo la tua prudenza. La stellaria difficilmente si può confondere, anche perché in inverno, da noi, le erbe spontanee che ‘scoppiano’ sono meno che in primavera. Forse per qualcuno alle primissime armi ci potrebbe essere un dubbio con Anagallis arvensis, che nell’uomo non dà problemi (segnalate solo dermatiti da contatto, ma starei tranquilla). Anagallis ne può dare negli animali,che di solito si sanno autoregolare! Grazie a te e benvenuta!

  7. @Maura: in Italia è ubiquitaria. Buona ricerca!
    @Boss: buttati!

  8. paola in ha detto:

    la stellaria è comunissima, se avete un orto sicuramente l’avete strappata molte volte

  9. la stellaria è nota anche come centocchio, e adesso è in piena fioritura, quindi (consiglio spassionato) impariamo a riconoscerla adesso (i fiori sono spesso la parte più facile da riconoscere) dal fiore alle foglie, così quando ci imbatteremo in lei riusciremo a riconoscerla anche se non è fiorita 🙂
    Buona raccolta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: