Cucina Selvatica

Tartellette con ripieno di piselli spezzati e ortica

Buongiorno, lettrici e lettori selvatici!

Oggi vi presento una ricetta rustica perfetta per diverse occasioni. C’è chi la gradirà tiepida, in una cena estiva o in un pranzo di inizio primavera o inizio autunno, e chi la preparerà il giorno prima, per poterla gustare durante una scampagnata.
Ve la propongo sotto forma di monoporzioni, ma diminuendo un po’ le dosi dell’impasto potete prevedere tranquillamente una crostata unica, o potete mantenere le stesse dosi, ricavando striscioline o biscottini di diversa foggia con cui decorare la superficie. Dopo diverse prove, tanti assaggi e tanti assaggiatori, l’ho proposta a ReggioFest 2015, in una serata divulgativa dedicata a fagioli e cuginetti: Legumi, dall’antipasto al dolce; trovate qui la dispensa completa della serata.

L’ortica (Urtica sp. pl.), nella sua parte aerea,  si raccoglie non solo a inizio primavera, ma per tutta estate, e fino all’autunno, se continuate a tenerla tagliata e garantite sufficiente umidità. In Italia centrale e meridionale, anche per tutto l’inverno.
Comodo raccoglierla, sbollentarla appena, strizzarla bene e, una volta perfettamente fredda, conservarla in freezer, divisa in sacchetti; ovviamente è una tecnica piuttosto energivora. Ottima l’essiccazione, che fa cambiare sapore: in Cucina selvatica trovate e troverete tante ricette. Per chi possiede il nostro libro, Erbe spontanee in tavola, scheda e piatti a p. 122.

TARTELLETTE DI PISELLI SPEZZATI

Ingredienti per 10 – 12 persone:

NB Prima di iniziare, leggete bene la Nota alle mie Ricette!

Per la pasta:

450 g di farina integrale di orzo

240 g di farina integrale di grano saraceno

240 g di crema di arachidi autoprodotta

150 – 180 ml di acqua fredda

120 ml di vino bianco (in questo caso, Chardonnay emiliano senza solfiti)

60 g di olio

sale

Per il ripieno:

590 g di piselli spezzati

500 g di cimette di ortica freschissime

320 g di carote

1 grossa mela estiva

2 grosse cipolle gialle

noce moscata

pepe rosa

olio

sale

Per servire:

foglie di melissa freschissime

olio

150823TartellettePiselli

Procedimento:

Per il ripieno: la mattina precedente, mettete in ammollo i piselli.

Il giorno successivo scolate e lavate i legumi e metteteli in pentola a pressione, coperti da due dita d’acqua, con erbe aromatiche a piacere. Lavate, mondate, tritate mela e cipolle e unitele ai piselli. Mettete sul fuoco e, quando raggiunge l’ebollizione, togliete la schiuma, chiudete e abbassate la fiamma. Cuocete i piselli per 30′ dal sibilo e salate a fine cottura. Scolate eventuale liquido non assorbito, e tenetelo da parte se ce n’è bisogno per allungare le salse o usatelo come base per creme, vellutate, minestroni o per cuocere dei gustosi piatti di cereale. Salate.

Mondate, lavate le cimette di ortica e gettatele in acqua bollente salata; dopo 1 minuto scolatele e passatele sotto acqua fredda per raffreddarle completamente. Strizzatele bene.

Mondate, lavate le carote e riducete a cubetti; sbollentate anch’esse, come le ortiche, tenendole nell’acqua bollente per 3 minuti.

Frullate il composto di piselli e il composto di ortiche e aggiustate di sale; dovrete ottenere una crema asciutta. Mescolate le carote e, se volete, aggiustate di olio.

Per la pasta: emulsionate crema di arachidi, olio e metà acqua; setacciate bene le farine, insieme al sale. Lavorate tutto velocemente, con la punta delle dita, unendo la restante acqua poco per volta. Raccogliete a palla e lasciate riposare, coperto bene perché la superficie non si secchi, per una mezz’ora, in luogo fresco.

Componiamo le tartellette: rivestite con la pasta stampini monoporzione; dovete ottenere uno strato sottile, di 2-3 mm di spessore, perché in cottura la pasta tenderà a gonfiarsi. Rialzate di almeno 1,5 – 2 cm sui bordi. Pennellate con olio e cospargete di pangrattato o di fette biscottate senza zucchero, ben sbriciolate. Versate il ripieno, arrivando fino al bordo; bagnate quest’ultimo con un’emulsione di olio e bevanda vegetale. Infornate a 175° per 20 minuti.

Serviamo: tritate finemente la melissa e copritela di olio. Conditevi le tartellette appena uscite dal forno e servite.

L’ idea in più

Con le stesse dosi potete preparare una torta salata unica: avanzerà un po’ di pasta, con cui potrete decorare la superficie o confezionare originali frollini salati.

Per servire il giorno dopo, consiglio di unire al ripieno 3 o 4 cucchiai di amido di mais o di farina integrale, o ancora di fiocchi d’avena macinati finemente.

***

Vuoi restare sempre aggiornata/o sulle novità di Cucina Selvatica? Iscriviti alla newsletter, compilando l’apposito spazio nella colonna di destra! Ti aspettiamo!
Se sei curiosa/o di conoscerci meglio, vieni a visitare i nostri rispettivi blog personali, Passato tra le mani e La Cucina della Capra.

Cucina selvatica è anche pagina Facebook. Teniamola come piattaforma di condivisione per informazioni, foto, ricette e chiacchiere!

Ricordiamo a tutte/i la nostra raccolta itinerante: ‘Fitoalimurgia in rete‘. Lasciateci i link delle vostre ricette nei commenti sotto l’articolo, o nelle pagine dedicate. Con un simile ricettario diffuso, inselvaticheremo il mondo!

Advertisements
Questa voce è stata scritta da neofrieda79 e pubblicata il settembre 13, 2015 su 7:03 am. È archiviata in Ricette con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

4 pensieri su “Tartellette con ripieno di piselli spezzati e ortica

  1. Laura in ha detto:

    Anna cara, le tue ricette hanno sempre lo stesso effetto: a qualunque ora io le legga mi fanno sempre venire l’acquolina in bocca ;)) e me fanno sognà!!

  2. neofrieda79 in ha detto:

    Prevedo asporto per la settimana prossima ❤

  3. Wow… mi sa che dovrò procurarmi il vostro libro!!!
    Un abbraccio e bravissime!
    Francesca

  4. neofrieda79 in ha detto:

    Grazie, Francesca! Dovresti reperirlo con facilità sia on-line, sia in libreria; è stato acquistato anche da parecchie biblioteche 🙂 Facci sapere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: