Cucina Selvatica

Quark vegano all’erba cipollina

Bentrovati, cari selvaticoni!

Tante sarebbero le emozioni da condividere, le persone da ringraziare, i momenti da fissare. A volte mi dico che nessun luogo è sicuro come la mia imperfetta memoria, e che scolpire in parole fossilizza il corteo di sensazioni impalpabili che avvolgono il mio viaggio. Altre, mi rampogno per non aver raccontato, per non aver racchiuso in una descrizione, per quanto fugace e minimale.

Stasera scrivo un po’ al volo, in un momento in cui le ore si rincorrono e si accavallano, e in cui accetto i limiti delle mie giornate e del mio stato di salute.
Voglio condividere qui nel blog una ricetta che già avevo inserito nel Materiale scaricabile del sito gemello, Passato tra le mani. La porgo come dono alla bravissima Francesca de ‘La tana del riccio’, uno dei blog che più sento vicini, per la grazia silvana e per la raffinatezza che lo contraddistinguono.

Francesca festeggia il proprio quarto anno nel mondo blogger, e lo fa con lo splendido Contest ‘Il buongiorno si vede dal mattino’. Attenti, perché anche la giuria è d’eccezione! Ma non vi dico altro: andate a leggere di là!

bannercontestcolazioni

Vi propongo un formaggino tutto vegetale, latto fermentato, che ho concepito ispirandomi al quark di area germanica. Gradevolissimo, secondo me, accompagnato dall‘erba cipollina, i cui leggiadri ciuffi iniziano ad aggettare dal margine delle strade.

Questa preparazione contiene diverse ricette nella ricetta, e ve le riporto tutte, per comodità!

Quark

QUARK DI SOIA

Ingredienti:

250 g di labné (vedi sotto)

250 g di ricotta di soia (vedi sotto)

8 g di lievito alimentare

Procedimento:

lavorate tutti gli ingredienti con l’aiuto di un minipimer o di una frusta. Versate in un contenitore a sezione cilindrica, poco alto, compattate e tenete in frigo fino al momento di servire. Sformate, decorate con i rebbi di una forchetta. Come vi dicevo, trovo assai interessante sforbiciare dell’erba cipollina, subito dopo aver frullato.

LABNÉ VEGETALE

Ingredienti:

2 lt di yogurt di soia al naturale

il succo e la scorza di 2 limoni

olio (facoltativo)

sale

Procedimento:

mescolate lo yogurt con un po’ di sale. Versatelo in un colino foderato con un telo a trama fitta. Raccogliete il telo a fagotto e legatelo. Sovrapponete un peso e lasciate a scolare in frigorifero per un paio di giorni, raccogliendo in una ciotola il liquido che si forma. La maggior parte del liquido si raccoglierà nelle prime ore. Raccogliete il labné, aggiustate di sale e olio e condite con scorza di limone grattugiata ed eventualmente con erbe aromatiche, spezie e frutta secca oleaginosa. Via via che passano i giorni il labné, anche se lo lasciate scondito, si arricchirà via via di un sapore erborinato sempre più importante.

RICOTTA DI SOIA

Ingredienti per 10-12 persone:

4 lt di bevanda di soia al naturale

160-200 ml di succo di limone

2 cucchiaini di sale marino integrale

Procedimento:

Portate a ebollizione i 4 lt di bevanda di soia, mescolando sempre; arrivati a 90° spegnete, mescolate il sale e versate a poco a poco il succo di limone. Attendete per una mezz’ora che la cagliata finisca di completarsi. Raccogliete delicatamente i fiocchi di cagliata con un mestolo forato e versateli in un colapasta foderato con un telo a trama fitta. Terminate versando delicatamente il siero, per raccogliere gli ultimi fiocchetti. Scolate bene e premete, sovrapponendo un peso. Lasciate riposare per un’oretta.

L’ idea in più

La stessa ricetta si può usare per preparare una ricottina con qualsiasi frutto oleaginoso: noci, nocciole, mandorle…Consiglio di partire preparandosi la bevanda vegetale di base con l’estrattore, che aiuterà a ottenere un liquido più concentrato. Qui un mio articolo su una ricottina di mandorle tutta a crudo: https://passatotralemani.wordpress.com/2013/02/10/ricotta-raw-di-mandorle/

Qui invece un articolo per un formaggino di frutta secca oleaginosa, fermentato: https://passatotralemani.wordpress.com/2013/08/a13/formaggio-di-mandorle-con-fermentazione-vagabonda/

Una gustosa variante:

RICOTTA DI SOIA AGRUMATA
Ingredienti per 4-6 persone:
2 l di bevanda di soia al naturale
14 g di sale
il succo e la scorza di 2 limoni
(almeno 130 g di succo)

Procedimento:
mescolate succo, scorza e sale, sciogliendo bene. Portate a ebollizione la bevanda di soia e spegnete. Quando la temperatura sarà scesa attorno a 80°-85° – empiricamente, attendete dai 3 ai 5 minuti secondo la stagione – versate lentamente la spremuta, mescolando in profondità e poi in superficie. Attendete per una ventina di minuti che si formi la cagliata. Versate in una fuscella foderata con un telo di cotone a maglie larghe, molto delicatamente, prima con l’ausilio di un mestolo forato e poi versando piano piano. Sovrapponete un peso e attendete che raffreddi completamente prima di riporre in frigorifero.
Da 2 l di bevanda di soia otterrete in media 600 g di ricottina.
Chi non usa sale la troverà gradevole anche senza addizionarlo durante il processo di caglio. Il liquido che scola può essere riciclato per lavarsi i capelli o per pulire i piani inox, in quanto dotato di potere sgrassante: vi finiscono infatti parte delle saponine.

Orbene, con il quark all’erba cipollina partecipo al Contest di Francesca, nella sezione Colazioni salate!

Vuoi restare sempre aggiornata/o sulle novità di Cucina Selvatica? Iscriviti alla newsletter, compilando l’apposito spazio nella colonna di destra! Ti aspettiamo!
Se sei curiosa/o di conoscerci meglio, vieni a visitare i nostri rispettivi blog personali, Passato tra le mani e La Cucina della Capra.

Cucina selvatica è anche pagina Facebook. Teniamola come piattaforma di condivisione per informazioni, foto, ricette e chiacchiere!

Ricordiamo a tutte/i la nostra raccolta itinerante: ‘Fitoalimurgia in rete‘. Lasciateci i link delle vostre ricette nei commenti sotto l’articolo, o nelle pagine dedicate. Con un simile ricettario diffuso, inselvaticheremo il mondo!

Annunci
Questa voce è stata scritta da neofrieda79 e pubblicata il ottobre 18, 2015 su 10:17 pm. È archiviata in Ricette con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

7 pensieri su “Quark vegano all’erba cipollina

  1. Grazie mille Annalisa!!
    Grazie di aver portato il tuo prezioso contributo (che tra l’altro mi fa venire l’acquolina), grazie di esserti ritagliata il tempo anche in un periodo così intenso e non facilissimo, grazie per le tue belle parole.
    Corro ad inserire la ricetta ❤

  2. neofrieda79 in ha detto:

    Grazie a te, di cuore, cara!

  3. Pingback: Contest “il buongiorno si vede dal mattino” e colazione-coccola per il quarto compleanno della tana | la tana del riccio

  4. Che buoni questi s-formaggi! Anch’io in questo periodo mi sto divertendo con questo tipo di esperimenti golosi!

  5. neofrieda79 in ha detto:

    ma tu sei in produzione continua ❤

  6. Che post prezioso e pieno di idee da leccarsi i baffi!! Grazie! ❤

  7. neofrieda79 in ha detto:

    Grazie a te per la visita :-*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: